Gatti che cadono da grandi altezze

 

Gatti che cadono sempre in piedi

I gatti che cadono, possono subire lesioni gravi che vanno ben oltre le ossa rotte. Ciò accade indifferentemente se i mici cadono da altezze dai due ai sette piani.

I gatti che cadono da grandi altezze sono sempre al centro di storie di ordinaria follia poichè risultano essere dotati di un equilibrio ai limiti dell’incredibile e notoriamente di agilità fuori dal comune.
Un qualunque altro mammifero (uomo, cane, coniglio o di qualsiasi altra razza vi venga in mente in questo momento) dopo cadute vertiginose non sopravviverebbero di certo…

La maggior parte dei gatti  che cade da notevoli altezze invece spesso sopravvive, anche se a prezzo di diverse fratture Accade a così tanti gatti che i veterinari hanno anche dato un nome al fenomeno: sindrome da grattacielo.

La cosa strana è che i gatti a differenza dei cani, non sembrano imparare molto dalle esperienze negative…

Ad esempio, un cane che cade in acqua se lo ricorderà sempre molto bene e starà alla larga dalla riva dei fiumi, dai moli ecc.. I gatti a cui è capitato di cadere da una finestra tendono invece a ripetere questa esperienza.

Quando la temperatura diventa piacevole e le persone iniziano a lasciare aperte le finestre del loro appartamento, capita spesso che i gatti inizino a cadere (letteralmente) dal cielo. Come si fa con i bambini piccoli allora, quando si vive a dei piani alti (anche se non si tratta di un vero e proprio grattacielo), bisogna prestare molta attenzione anche con i nostri felini che improvvisamente si trasformano in superman volanti.

Si dice che i gatti abbiano sette vite soprattutto perchè capita di sentire gatti rimasti illesi dopo cadute spettacolari da altezze vertiginose. Eppure al contrario a volte capita che da altezze minori il povero micio si faccia più male nonostante impatto minore.

Un paio di università americane si sono accordate per sciogliere l’arcano e ci sono riuscite, filmando, con una speciale telecamera, la caduta dall’alto dei gatti.

Va da sé che sotto a tutti i «volontari» c’era un tappeto particolare in grado di assicurare loro l’assoluta incolumità. Il risultato è questo: quando un gatto cade da una grande altezza, cade in una specie di oscuramento dei sensi che gli permette di distendere completamente il corpo e farlo atterrare distribuendo l’impatto su ogni suo centimetro.

Questa capacità viene definita dagli studiosi Riflesso Verticale

gatto-cade

I gatti che cadono dai piani intermedi invece non hanno il tempo di cedere a questo stato e s’irrigidiscono, aumentando i danni del contatto col suolo. (Provate a fare un piccolo salto stando rigidi come baccalà o piegando le ginocchia a e capirete come funziona)

Capita di sentire storie di gatti rimasti illesi dopo una caduta dal balcone, ma nella maggior parte dei casi i gatti che  cadono, possono subire lesioni gravi che vanno ben oltre le ossa rotte.

Ciò accade indifferentemente se i mici cadono da altezze dai due ai sette piani.

gatti-che-cadono

I gatti soffrono spesso di sindrome di grattacielo dopo uno spavento mentre stanno sul davanzale di una finestra aperta (come nel caso di un rumore forte), oppure se perdono l’equilibrio durante il salto sulla sporgenza. Può capitare anche durante la caccia da una finestra aperta a insetti di passaggio, mosche, o uccelli. Data la potenziale gravità delle ferite riportate, il rischio di morte, i costi associati al trattamento,  è indispensabile fare tutto il possibile per impedirlo. Ecco alcune cose che si possono fare per prevenire.

1. Installazione di zanzariere ben attrezzate e sicure. Se si dispone di finestre che si desidera aprire, questa misura di sicurezza non impedirà il vostro gatto di ottenere tutta l’aria fresca che può desiderare, ma allo stesso tempo si potrà a impedirgli di cadere giù. Basta essere sicuri di controllarle regolarmente per garantire che le zanzariere siano comode e sicure, e che il vostro gatto non sia riuscito lentamente a fare un buco con i suoi artigli.

2. Se possibile, aprire la parte superiore delle finestre, piuttosto che il fondo.

3. Chiudere sempre tutte le finestre prima di uscire. Prendete l’abitudine di chiudere tutte le finestre prima di uscire. Non potete sapere cosa succede mentre non ci siete: molti gatti hanno paura dei rumori forti, soprattutto di quelle improvvisi, e lo spavento, come abbiamo spiegato, è una delle principali cause della sindrome da grattacielo.

4. Non lasciate inosservato il vostro gatto sul balcone. E non lasciate che salti sulla ringhiera. Spostate la mobilia del balcone lontano dalle ringhiere per impedire che il gatto si aiuti con essa a saltare sulla ringhiera.

5. Chiudere le finestre prima di lanciare palline o altri giocattoli al vostro gatto.Come diceva la mamma: non giocare a palla in casa!

Se il vostro micio dovesse cadere da una finestra, portatelo immediatamente dal veterinario in modo che possa visitarlo e fargli avere subito le cure più urgenti. Come abbiamo spiegato, l’elenco dei potenziali infortuni che potrebbe aver subito è molto più lungo delle semplici ossa rotte, e molti delle conseguenze possono essere interne e non visibili ad occhio nudo. Non è saggio cercare di curarli a casa, e molti mici possono provare un dolore estremo. Per essere tranquilli portate il micio dal veterinario immediatamente.